L’ascensore in condominio: l’installazione va deliberata con la maggioranza qualificata di 500 millesimi

In riferimento all’art. 1117 n.3 l’ascensore è inserito nell’elenco delle parti comuni ed in riferimento alla Sentenza di Cassazione 6129/17 è ritenuto anche un’opera per abbattere le barriere architettoniche. Per installare un ascensore l’assemblea deve deliberare con la maggioranza qualificata di 500 millesimi e si può escludere dal riparto delle spese chi non intenda trarre vantaggio dall’opera. I condomini che non partecipino alle spese hanno il diritto di servirsi dell’ascensore in futuro contribuendo alle spese. Si devono sempre rispettare i limiti  tutela delle parti comuni e dei diritti sulle proprietà esclusive.