^

l'informazione di Salerno online

25 agosto 2019 - 05:44:27

IMU: scadenza 17 dicembre 2018, ecco chi deve pagare e chi è esente


Il 17 dicembre 2018 scade il termine per il versamento del saldo IMU relativo all’ anno 2018. Tuttavia la scadenza non riguarderà la generalità dei contribuenti. Vediamo brevemente nel dettaglio chi sono i soggetti obbligati e chi no. Presupposto dell’ IMU è il possesso di fabbricati, aree edificabili e terreni agricoli, siti nel territorio dello Stato, a qualsiasi uso destinati, compresi quelli strumentali o alla cui produzione o scambio è diretta l’attività dell’impresa.

Saldo IMU 2018  chi deve pagarlo:

– il proprietario o il titolare di un diritto reale di godimento (usufrutto, uso, abitazione, enfiteusi, superficie) su immobili;

– il locatario, a decorrere dalla data della stipula e per tutta la durata del contratto, per gli immobili, anche da costruire o in corso di costruzione, concessi in locazione finanziaria;

– il concessionario nel caso di concessione di aree demaniali;

– in caso di separazione o divorzio, l’Imu sulla casa coniugale sarà dovuta dal coniuge che l’ha ricevuta in assegnazione.

Saldo IMU 2018 le esenzioni:

-abitazione principale; Sono esenti da IMU le abitazioni principali che rientrano nelle categorie catastali A/2, A/3, A/4, A/5, A/6 e A/7. Si ricorda che le abitazioni classificate nelle categorie catastali A/1, A/8 e A/9 sono soggette ad IMU.

-unità immobiliari adibite ad abitazione principale di soci assegnatari appartenenti alle cooperative edilizie a proprietà indivisa;

-fabbricati di civile abitazione destinati ad alloggi sociali come definiti dal Dm 22 aprile 2008;

-la casa coniugale assegnata al coniuge dal provvedimento del giudice in caso di separazione o divorzio;

-fabbricati costruiti e destinati dall’impresa costruttrice alla vendita finché permane tale destinazione e non siano in ogni caso locati.

-l’unico immobile, iscritto o iscrivibile nel Catasto edilizio urbano, posseduto e non concesso in locazione dal personale in servizio permanente alle Forze armate e alle Forze di 
polizia, nonché dal personale del Corpo nazionale dei vigili del fuoco e dal personale appartenente alla carriera prefettizia;

-una sola unità immobiliare di proprietà di un cittadino italiano residente all’ estero e iscritto all’AIRE solo se già pensionato nel Paese dove risiede e se l’immobile non risulta né locato né utilizzato per un comodato d’uso.

Ciascun Comune con apposito regolamento può assimilare all’abitazione principale l’unità immobiliare, posseduta a titolo di proprietà o di usufrutto da soggetti anziani o disabili residenti in case di riposo e cura, a condizione che la stessa non risulti locata. 


04/12/2018 - Categoria: Fisco e tasse
Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su Google+ Condividi su Pinterest Condividi su Whatsapp Condividi su Telegram

Iscriviti ad Amazon Prime
Booking.com

Utilizziamo i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione e dei nostri servizi. Continuando con la navigazione se ne accetta l'uso. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi