^

l'informazione di Salerno online

26 maggio 2019 - 02:18:59

Nasce la Casa delle Donne


Lo Spazio Pueblo di Cava de’ Tirreni lanciava lo scorso Ottobre il ciclo di incontri del corso di formazione “Abuso e Violenza di Genere”, con la collaborazione di medici psichiatri, magistrati, operatori sociali e un’ampia risposta della cittadinanza.

Oggi quel percorso ha portato alla nascita della Casa delle Donne, un laboratorio di promozione dei diritti, della cultura e delle esperienze prodotte dalle e per le donne, un centro di aiuto e di ascolto che fornisca una risposta concreta ai troppi abusi e violenze registrati. Per continuare a diffondere i propri principi e fare campaining sul tema, la Casa delle Donne ha da poco iniziato la sua campagna di sostegno che prevede incontri ed eventi culturali

QUESTA SERA 29/03 ORE 20:00 PRESSO LO SPAZIO PUEBLO IN VIA RAFFAELE BALDI, 1 L’HARTMANN TRIO OFFRIRÀ UNO SPETTACOLO SULL’AFFASCINANTE FIGURA DELLA ‘MEDICHESSA’ SALERNITANA TROTULA DE RUGGIERO PER SOSTENERE LA CASA DELLE DONNE

Negli occhi ancora l’emozione di tutte le donne e di tutti gli uomini che hanno riempito il ciclo di incontri del corso di formazione “Abuso e Violenza di Genere”. La vivace partecipazione e la voglia di mettersi in gioco da parte del pubblico ospite hanno dimostrato l’importanza e la preziosità di una occasione simile in provincia. Quella di costruire una comunità che si stringesse attorno alla tematica della violenza di genere.

Oggi dopo diversi mesi da quella spinta iniziale, le donne che animano il progetto sono pronte a liberare la capacità di scrivere la loro storia senza lasciare nessuna indietro. Non solo per difendere ciò che è stato conquistato in termini di uguaglianza e rispetto, imprescindibili per combattere prevaricazione e violenza dilaganti ai danni delle donne, ma per fare un passo avanti e costruire dal basso l’offensiva a chi vuole riportarci indietro come Salvini, Pillon, Fontana &Co che proprio nelle giornate di oggi, domani e Domenica vediamo protagonisti a Verona del raduno reazionario della 13esima edizione del “Congresso Mondiale delle Famiglie”. La presenza di ministri, presidenti e quant’altro è inaccettabile perché le istituzioni non dovrebbero farsi rappresentanti di un tale livello di grettezza culturale e civile.

Proprio stamattina, come segnale di resistenza alla barbarie imperante, l’assemblea Casa delle Donne ha protocollato una lettera al Sindaco di Cava de’ Tirreni per chiedere il sostegno del Comune alle donne cavesi e alla loro richiesta di ritiro immediato del Disegno di Legge del Senatore Pillon, poiché ritenuto inemendabile e, come puntualizzato dall’ONU, “una grave regressione che alimenterebbe la disuguaglianza di genere”. Infatti le posizioni sulla famiglia, sulla donna e anche quelle contro i diritti dei membri della comunità LGBT sono vergognose e fortunatamente sostenute solo da una parte della popolazione.

C’è un mondo civile che è molto più avanti rispetto all’immagine che questo Congresso vuole dare, ed è fortemente consapevole che posizioni così retrograde sono terreno fertile per le troppe molestie, stupri e violenze che vuole combattere ed eliminare. Per questo motivo è importante far sentire voci di lotta come quella nata a Cava de’ Tirreni, e noi ce la stiamo mettendo tutta ma per costruire e far crescere la Casa delle Donne abbiamo bisogno del sostegno di tutte e tutti!

Un sostegno che stasera verrà dall’Hartmann Trio che offrirà uno spettacolo particolare sulla ‘medichessa’ salernitana Trotula De Ruggiero.

Il trio è composto da Daniele Apicella (percussioni), Renata Frana (dilruba) e Carlo Roselli (plettri, narrazione), con testi di Antonio Petti.

Trotula, recentemente raffigurata anche dal famoso artista napoletano Jorit su un muro del nuovo parcheggio Vinciprova di Salerno, è la più nota tra le mulieres Salernitanae, ovvero quella cerchia di studiose o insegnanti attive intorno alla Scuola medica di Salerno, sua città natale. Figura celebre nel Medioevo in tutta Europa, in particolar modo per gli studi legati alla sfera femminile, ma la sua è una storia controversa, “è ‘na storia antica, ‘na storia ‘e tanto tiempo fa. Qualcuno dice che è una favola, che non è vero niente, qualcuno dice che è una storia vera… […] Non era una fata ma una persona, una signora… una gran signora!”.


29/03/2019 - Categoria: Eventi
Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su Google+ Condividi su Pinterest Condividi su Whatsapp Condividi su Telegram

Iscriviti ad Amazon Prime
Booking.com

Utilizziamo i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione e dei nostri servizi. Continuando con la navigazione se ne accetta l'uso. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi