^

l'informazione di Salerno online

27 gennaio 2020 - 19:07:13

Esami di Certificazione Musicale St-Cecilia School presso il Liceo Alfano 1 di Salerno


Martedi 21 Maggio dalle ore 10:00 e per tutta la giornata, numerosi giovani di diverse scuole della provincia di Salerno, hanno sostenuto gli Esami di Certificazione Musicale St-Cecilia School, presso il Liceo Alfano 1. Tra le varie scuole partecipanti, si sono distinti per età e livello di presentazione, gli alunni della scuola media dell’I.C.Giovanni Paolo II, capitanato dalla Dirigente Prof.ssa Maristella Dorotea Rita Fulgione. Gli alunni di 1′, 2′, e 3′ media hanno dimostrato una buona padronanza dello strumento musicale, della lingua inglese, ma soprattutto la capacità di saper gestire il palcoscenico di fronte al pubblico e al Certificatore.
Allora, cerchiamo di spiegare in cosa consiste questo esame e la “valenza formativa” che può avere in ciascun partecipante:
La Santa Cecilia School of Music e’ un ente internazionale di certificazione delle competenze musicali che opera in diversi paesi del mondo tra cui Australia, Nuova Zelanda, Cina, Hong Kong, Malesia, Singapore, Inghilterra e da alcuni anni anche in Italia. I suoi esami, dei veri e propri compiti di realta’, si svolgono in maniera pubblica su un palcoscenico autentico di fronte ad un pubblico reale. I candidati si esibiscono nella performance di quattro brani che lo livellano ad un grado prestabilito di competenza, entro il quale sara’ giudicato da un maestro d’ orchestra internazionale. Il punteggio assegnato alla fine, terra’ conto non solo delle singole performance, ma come in un vero concerto , anche degli elementi paramusicali che contribuiscono a creare nel pubblico un giudizio olistico sull’ evento. Accanto alle performance, infatti, vengono valutati altri elementi quali la brochure (o programma di esame) scritto in inglese, la presentazione in inglese sul palcoscenico, il modo di rivolgersi ed attirare l’ attenzione del pubblico, il portamento, l’ inchino, il trasporto, la capacita’ di emozionare, persino l’abito coerente ed adatto all’ occasione. Insomma un approccio totalizzante che utilizza la lingua straniera come veicolo esclusivo per trasmettere competenze relative ad altre discipline (in questo caso competenze musicali, approccio CLIL).
Il nostro plauso va dunque, agli alunni dell’I.C.Giovanni Paolo II: Carasia Matthias, Imbimbo Gianmaria, De Martino Paolo, De Masellis Vittoria, Brandizzi Guido, Gorga Francesco, Laus Filippo, Zagaria Sara, Muscari Ludovica Teresa, Farina Daniel, Gioia Francesca, Piccininno Andrea, Veniero Errico; alle loro docenti Immacolata Vicinanza e Mariangela Paternò, ma soprattutto alla Dirigente Maristella Fulgione che ha offerto ai suoi ragazzi questa splendida opportunità, la quale insieme all’arte, aiuta a sviluppare il senso etico e a preparare i nostri giovani ad affrontare il palcoscenico della vita.


24/05/2019 - Categoria: Eventi
Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su Google+ Condividi su Pinterest Condividi su Whatsapp Condividi su Telegram

Iscriviti ad Amazon Prime
Booking.com

Utilizziamo i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione e dei nostri servizi. Continuando con la navigazione se ne accetta l'uso. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi