l'informazione di Salerno online, notizie e cronaca

01 marzo 2021 - 07:55:36

Si rinnova ogni Ottobre, di anno in anno, il successo del Premio America, promosso dalla Fondazione Italia USA


Si rinnova ogni Ottobre, di anno in anno, il successo del Premio America, promosso dalla Fondazione Italia USA.
La cerimonia in cui è stato assegnato il prezioso riconoscimento ai prescelti dell’edizione 2019 si è tenuta a Roma lo scorso 10 ottobre presso la Camera dei Deputati, Aula dei Gruppi Parlamentari.
La Fondazione Italia USA nasce per testimoniare l’amicizia tra gli italiani e il popolo americano, e svolge di fatto un ruolo pubblico con carattere apartitico.
Prestigiosi i premiati in ogni edizione; quest’anno, a ricevere il prezioso riconoscimento, firmato da Gerardo Sacco, sono stati: Manuel Agnelli, musicista, produttore discografico; Laura Cioli, amministratore delegato Gedi; lo chef Carlo Cracco; lo stilista e imprenditore Brunello Cucinelli; Marcello Foa, presidente Rai; la giornalista Maria Latella; l’attore Danny Quinn; Emanuele Filiberto di Savoia, presidente Prince of Venice Foundation; Curtis M. Scaparrotti, già comandante generale della Nato. Un premio speciale Alla Memoria è stato infine assegnato allo scrittore Giorgio Faletti, ritirato dalla vedova. Davvero commovente la clip video che ha ricordato al pubblico presente l’indimenticabile attore, divenuto negli ultimi anni scrittore di successo tradotto in tutto il mondo.
La Fondazione Italia USA ha attribuito nella cerimonia anche tre medaglie della Camera dei Deputati ad altrettanti studenti di università americane: Djuna L. Carlton, Adriana M. DeNoble, Micah K. Hinnergardt, ricordando l’importanza degli studi e della preparazione accademica in un percorso professionale di successo.
Impeccabile la conduzione della giornalista Didi Leoni.
La Fondazione, va sottolineato, opera per merito esclusivamente del sostegno dei soci in quanto, per scelta e a tutela della propria totale indipendenza, non riceve alcuna forma di aiuto economico esterno di nessun genere.
Applausi generali a più riprese durante la cerimonia, che ha visto assistere un selezionato parterre, con i rispettivi nominativi accreditati nella rigorosa lista di ingresso (necessaria per arginare le richieste di presenza ogni anno sempre più numerose rispetto ai posti disponibili).
Appuntamento all’edizione 2020.


11/10/2019 - Categoria: Comunicati
Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su Pinterest Condividi su Whatsapp Condividi su Telegram

Iscriviti ad Amazon Prime
Booking.com