l'informazione di Salerno online, notizie e cronaca

02 marzo 2021 - 14:52:45

È stata aperta ufficialmente sabato scorso al Centro Sociale di Pagani la rassegna Scenari pagani 23 – Collisioni


È stata aperta ufficialmente sabato scorso al Centro Sociale di Pagani la rassegna Scenari pagani 23 – Collisioni di cui è direttore artistico Nicolantonio Napoli. La responsabilità dell’inagurazione per la stagione teatrale 2019-2020 è stata affidata a Mimmo Borrelli e alla sua Napucalisse. All’autore, attore, regista di Torregaveta, frazione turistico-balneare del comune di Bacoli è stato conferito, a fine spettacolo, il Premio Scenari pagani 2019.

Napucalisse è un neologismo sintesi delle parole Napoli e Apocalisse. È un monologo di struggente bellezza dedicato alle due facce di Napoli, quella condannata e quella innocente. Il racconto è reso ancora più forte dalle musiche dal vivo di Antonio Della Ragione. Borrelli e Della Ragione collaborano dalla loro adolescenza.

Napucalisse vede come protagonista il Vesuvio distruttore e creatore di vita, amato e odiato dalla sua gente, personificazione, secondo una leggenda locale, di Lucifero. A interloquire con lui è un Pulcinella, senza la sua abituale maschera, che cerca di placarlo raccontandogli una Napoli bella, caricaturale attraverso gli stilemi di un matrimonio di quartiere. Il Vesuvio si diverte, sembra apprezzare fin quando il racconto amaro di una Napoli cattiva e violenta, dell’Assassino ‘i Cartone, senza futuro, finisce per scatenare la furia del vulcano che comincia a eruttare seppellendo tutto.

Il pubblico presente in sala è stato letteralmente ammaliato dallo spettacolo. A testimoniarlo lo scrosciante prolungato applauso giunto a fine performance, prima della consegna del premio.

In occasione del nuovo cartellone è ritornato anche Tarallucci e Vino, l’AperiSpettacolo a cura di Ritratti di Territorio, il progetto culturale della giornalista Nunzia Gargano che si conferma, insieme a Casa Babylon Teatro, presidio delle realtà locali.

Gli spettatori, infatti, prima dell’ingresso all’auditorium, sono stati coccolati dai tarallucci del Biscottificio Calabrese e dalla polpettine al sugo di Mafalda Amabile e Gerardo Figliolia dell’Osteria La Pignata, due fiori all’occhiello di Bracigliano, accompagnati dai vini di Famiglia Pagano 1968 di San Marzano Sul Sarno.

Nicolantonio Napoli, soddisfatto del modo in cui il pubblico ha accolto Mimmo Borrelli, è già al lavoro per il secondo appuntamento. Venerdì 31 gennaio 2020, Rita Marcotulli e Luciano Biondini con La strada invisibile.


16/12/2019 - Categoria: Comunicati
Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su Pinterest Condividi su Whatsapp Condividi su Telegram

Iscriviti ad Amazon Prime
Booking.com