l'informazione di Salerno online, notizie e cronaca

29 maggio 2022 - 12:53:43
RICHIEDI IL TUO SPAZIO

Natale nel segno di Marlin editore


Natale nel segno di Marlin editore

La casa editrice fondata da Tommaso e Sante Avagliano punta sulla qualità e sulla varietà delle proposte

Romanzi e saggi di qualità nel segno di Marlin editore: le proposte per Natale 2021. La casa editrice fondata da Tommaso e Sante Avagliano, che deve il suo nome al pescespada raccontato da Hemingway nel classico “Il vecchio e il mare”, in particolare propone il libro/confessione “Alfabeto quotidiano. Le parole di una vita”, Dacia Maraini con Gioconda Marinelli; romanzi come “La signorina e l’amore” di Giovanna Mozzillo, “Awen. Il confine” di Monica Zunica, “L’ombra del sospetto” di Vincenzo Esposito, “Il posto degli assenti” di Francesco Puccio, “Hotel d’Angleterre” di Carmine Mari e “Duecento giorni di tempesta” di Simona Moraci; saggi come “La felicità immobiliare” di Maria Luisa Visione; viaggi letterari come “Il castello di carta. Guida letteraria di Salerno e della sua provincia” di Paolo Romano e racconti di vita come “Din don Down!” di Autilia Avagliano.

In “Alfabeto quotidiano. Le parole di una vita” (collana La camera del fuoco, 128 pp., 13,50 euro), Dacia Maraini si racconta per la prima volta in un ritratto intimo, personale, inedito. In un confronto con Gioconda Marinelli, scrittrice e giornalista, l’autrice di successi di critica e pubblico come “La lunga vita di Marianna Ucrìa” e vincitrice dei premi Strega e Campiello rivela squarci significativi del proprio mondo interiore.

La storia di un amore proibito e assoluto in epoca fascista fino al trauma della guerra. Sullo sfondo, una Napoli dalla bellezza struggente. Ritorna in libreria e negli store online il romanzo “La signorina e l’amore” di Giovanna Mozzillo (Collana “Il portico”, pagine 352, € 16,90), vent’anni dopo la prima uscita grazie a Marlin editore. Con introduzione del giornalista e storico Mario Avagliano e nella quarta di copertina un commento di Raffaele La Capria, il testo è l’appassionante testimonianza di un passato prossimo spesso accantonato e, nello stesso tempo, è una commossa riflessione sull’amore e sulla morte.

«L’Awen passa attraverso tutto ciò che vive, compresi noi, lo fa continuamente, senza mai stancarsi di portare vita e ispirazione». Il primo libro di una trilogia fantasy è un’altra novità di Marlin editore. Con “Awen. Il confine” (pagine 432, € 18,50) di Monica Zunica, con introduzione di Maurizio de Giovanni, la casa editrice inaugura la collana di fantasy e mistery “Mondi sommersi”. La scrittrice coniuga elementi della tradizione fantasy con omaggi sorprendenti ad Anna Maria Ortese, Dino Buzzati, Tacito e Matilde Serao in una combinazione letteraria originale. «State per leggere qualcosa di profondamente diverso da tutto quello che avete letto nella vostra vita» annuncia de Giovanni.

Due fratelli agli antipodi, l’ombra del sospetto per la scomparsa del più fragile dei due e una donna ambigua e affascinante in un romanzo denso di pathos. Una storia che nell’apparente scorrevolezza nasconde brividi e oscurità psicologiche degni di un thriller d’altri tempi: ecco “L’ombra del sospetto” di Vincenzo Esposito (collana “Il portico”, pagine 160, € 15,90), con quarta di copertina firmata dalla scrittrice Antonella Cilento.

Cosa accadrebbe se il posto che è sempre stato il nostro, accanto a una persona che abbiamo amato, finisse con l’essere occupato da qualcun altro? Questo interrogativo è invece centrale nel romanzo “Il posto degli assenti” di Francesco Puccio (collana “Il portico”, pagine 144, € 15,00), con la quarta di copertina firmata dallo scrittore Diego De Silva. Il libro ha ottenuto il II posto al Premio Costadamalfilibri 2021, XV edizione di …incostieraamalfitana.it, Festa del Libro in Mediterraneo, sezione Narrativa/saggistica.

1911: cinque ospiti, un segreto e un intrigo internazionale in un romanzo storico e una spy story dal ritmo serrato, in piena Belle Époque, mentre l’Italia monarchica comincia la sua avventura coloniale. “Hotel d’Angleterre” (collana “Il portico”, pagine 416, € 18,00), secondo romanzo di Carmine Mari, II edizione, reduce dal sold out a Salerno Letteratura Festival 2021, ha vinto il Premio “Giallo al centro 2021” con un doppio riconoscimento: sia da parte della Giuria online sia da parte della Giuria artistica. La quarta di copertina è firmata dallo scrittore Luca Crovi.

Una tempesta scolastica, amorosa, esistenziale, tra violenza e possibile riscatto. In primo piano la storia della giovane insegnante Sonia, catapultata in un quartiere a rischio di una città di mare siciliana in mano alla criminalità. “Duecento giorni di tempesta” (collana “Il portico”, pagine 304, € 16,90) è il terzo romanzo di Simona Moraci, giornalista e insegnante, e ha ottenuto il terzo posto al Premio L’Iguana – Anna Maria Ortese, VIII edizione 2021. La quarta di copertina è firmata dallo scrittore Vladimiro Bottone.

Un testo indispensabile per gli operatori immobiliari e per chi intende investire nel mattone. Già autrice per Marlin del fortunato “La felicità economica” (IV edizione rivista e aggiornata), l’esperta Maria Luisa Visione ha scritto il libro “La felicità immobiliare. Strategie economiche, casi pratici e approfondimenti utili per la gestione dinamica della ricchezza immobiliare privata” (collana Il tuffatore, 192 pp., 16,50 euro).  La prefazione è firmata da Andrea Rovellini, esperto nel settore creditizio e nella gestione dei rischi.

Dalla A alla Z: 83 scrittori che in ogni epoca sono nati a Salerno, nei tanti Comuni del territorio, vi hanno soggiornato o ne hanno scritto. “Il castello di carta. Guida letteraria di Salerno e della sua provincia” (collana La camera del fuoco, 304 pp., 16,90 euro), sold out a Salerno Letteratura Festival, è un libro del giornalista e scrittore Paolo Romano, che racconta da un punto di vista originale un angolo di Mezzogiorno da 2500 anni fa a oggi. Introdotto da Gennaro Sangiuliano, direttore del Tg2 della Rai, un testo che non c’era e che riserva parecchie sorprese.

“La storia di Alberto e della sua famiglia che imparò a volare con lui”. Ma soprattutto la sfida coraggiosa di una donna contro i pregiudizi sulla disabilità di un figlio “imperfetto” solo agli occhi degli altri: ecco “Din don Down!” di Autilia Avagliano (collana La camera del fuoco, 176 pp., 15 euro), II edizione, sold out a Salerno Letteratura Festival. Gli introiti sono donati dall’autrice a favore di progetti d’inserimento lavorativo di persone con Sindrome di Down nell’ambito dell’APDD, Associazione Persone con Sindrome di Down e Disabilità intellettiva.


20/12/2021 - Categoria: Comunicati, Eventi
Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su Pinterest Condividi su Whatsapp Condividi su Telegram



Booking.com