l'informazione di Salerno online, notizie e cronaca

07 febbraio 2023 - 16:25:14
RICHIEDI IL TUO SPAZIO

L’ORDINE DEI FARMACISTI DI NAPOLI SIGLA PROTOCOLLO PER 500 MILA EURO DI FARMACI  ALL’OSPEDALE DEL CONGO


L’ordine dei farmacisti presieduto da Vincenzo Santagada ha devoluto oggi oltre 180 mila euro al Congo. Il Consolato della Repubblica Democratica del Congo (RDC) a Napoli ha coordinato l’invio di un carico di farmaci all’ Ospedale congolese Panzi diretto dal Premio Nobel per la Pace 2018, Denis Mukwege, simbolo internazionale della lotta contro la violenza sulle donne. I farmaci, donati dal popolo napoletano nell’ ambito dell’iniziativa “Un farmaco per tutti”, promossa dal Presidente dell’Ordine dei Farmacisti di Napoli, Vincenzo Santagada permetteranno a Mukwege di continuare il suo lavoro di assistenza socio-sanitaria alle donne vittime di violenza sessuale nella Repubblica democratica del Congo. Inoltre oggi è stato siglato un protocollo d’intesa per raggiungere a fine anno quota 500 mila euro di farmaci devoluti alla nazione africana.
Il Console Angelo Melone si è dichiarato “commosso per l’ altruismo dei napoletani. Napoli si conferma ancora una volta capitale della solidarietà. Ringraziamenti da parte del Premio Nobel al professor Santagada, unitamente all’Ordine dei Farmacisti ed alla popolazione napoletana che, grazie al progetto “Un Farmaco per Tutti”, permetterà di salvare centinaia di vite.
“Una virtuosa catena umana di aiuto e solidarietà che si alimenta non di buoni propositi ma di azioni concrete, tempestive e monitorabili per risultati evidenti e un’ azione efficace a vantaggio di chi ha meno” commenta Santagada.
“Dopo i farmaci e presidi sanitari raccolti per l’ Ucraina per un valore di oltre un milione di euro, l’Ordine si è posto un’altra grande sfida: aiutare il popolo congolese ed i suoi medici e farmacisti che operano in un contesto cosi difficile”
L’Ospedale Panzi opera nella regione del Sud-Kivu, nella città di Bukavu. Il direttore, Denis Mukwege, è conosciuto in tutto il mondo come il “medico che ripara le donne”, poiché ha dedicato la propria vita a soccorrere ed a curare le donne vittime della violenza che, nei decenni scorsi, ha insanguinato la RDC. Nel 2018 ha ricevuto il Premio Nobel per la Pace per “i suoi sforzi per mettere fine alle violenze sessuali nei conflitti armati e nelle guerre”.

19/01/2023 - Categoria: Comunicati
Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su Pinterest Condividi su Whatsapp Condividi su Telegram



Booking.com