CAVA DE’ TIRRENI. STORIA, TEATRO E MUSICA: ECCO IL PROGRAMMA PER “LA CAVA, CIVITAS, FIDELISSIMA 1460”

CAVA DE’ TIRRENI. STORIA, TEATRO E MUSICA: ECCO IL PROGRAMMA PER “LA CAVA, CIVITAS, FIDELISSIMA 1460”

Ufficiale il programma della manifestazione “La Cava, civitas fidelissima 1460” che si terrà a Cava de’ Tirreni dall’1 al 3 settembre al Convento di S. Francesco e S. Antonio. Messa in costume, corteo e spettacolo teatrale ed un ensemble di clarinetti a cura del Conservatorio di Salerno.

Cava de’ Tirreni (Sa).  Ѐ ufficiale il programma dell’attesissima e storica manifestazione “La Cava, civitas fidelissima 1460” che si terrà a Cava de’ Tirreni dall’1 al 3 settembre nel suggestivo e maestoso Convento di San Francesco e Sant’Antonio. Tre giorni importanti dedicati alla storia e all’antropologia culturale di una bellissima cittadina che attualmente, attraverso l’architettura e le tradizioni, mantiene ancora i fasti dell’epoca Medioevale.

Famosa in tutta Italia, ecco gli eventi che compongono la straordinaria kermesse, giunta alla sua III edizione ma erede artistico e incubatore della famosissima rappresentazione storico-teatrale “La Pergamena Bianca” che quest’anno andrà in scena per l’ottava volta.

PROGRAMMA

Venerdì 1 settembre: “Celebrazione Eucaristica in Costume” che si terrà alle ore 19 nella chiesa maggiore del Convento di San Francesco e Sant’Antonio.

Sabato 2 settembre: alle 19, prenderà il via il “Corteo storico de li quattro distretti della città della Cava”, che partirà da piazza San Francesco e proseguirà lungo tutto il borgo porticato.

Alle 20:30, invece avrà invece inizio la rappresentazione storico-teatrale “La Pergamena Bianca – 1460, Assedio a La Cava” nel chiostro del convento francescano con ingresso ad inviti.

Domenica 3 settembre: “Musica in Chiostro” alle ore 20 con il “Samnium Clarinet Choir” diretto dal maestro Gaetano Falzarano. Il concerto, che si terrà nel chiostro del convento sarà a cura del Conservatorio di Salerno “Giuseppe Martucci”.

La manifestazione è organizzata dall’associazione Sbandieratori della Città di Cava- Li Quattro Distretti, guidata dal presidente Felice Abate e si pone l’obiettivo di rievocare una data importantissima per la città metelliana: il 4 settembre 1460. Fu allora infatti che il sovrano aragonese, Ferrante d’Aragona, concesse alla Città de la Cava, oltre ad una serie di privilegi, una pergamena in bianco che avrebbe permesso ai cavesi – rappresentati a corte dal sindaco Onofrio Scannapieco – di poter chiedere qualsiasi necessità. La pergamena, che ancora oggi è conservata presso il comune di Cava de’ Tirreni, rimase però in bianco stupendo ancora una volta il sovrano per la fedeltà dei suoi sudditi che si guadagnarono, per questo, il titolo di “Civitas Fidelissima”.

Anche la location è stata scelta per il suo valore simbolico, oltre che per la sua bellezza. Il Convento francescano fu infatti fortemente voluto dal municipio Cavese (seppur in una diversa parentesi storica) e fu sede dei consigli della Civitas e di parte dell’archivio comunale e per le pagine di storia è per questo considerata “Chiesa della Municipalità”.


Crate per stampa digitale - Arechi Carta Salerno

Le migliori offerte per soggiornare a Salerno

Booking.com
Salernocitta è una testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Daniele Gaudieri.
Registrazione del Tribunale di Salerno n° 9041/2018 del 23 novembre 2018.
Editing by Consulenze e Servizi Globali di Daniele Gaudieri - P.iva 05087970652

Cookie & Privacy policy

© 2018-2023 salernocitta.com

powered by AlchimiaDigitale