Grand tour Cetara, un viaggio all’insegna del mare, della sostenibilità e della transizione ecologica

Grand tour Cetara, un viaggio all’insegna del mare, della sostenibilità e della transizione ecologica

Grand tour Cetara, un viaggio all’insegna del mare, della sostenibilità e della transizione ecologica. Un reportage che diventerà cartolina internazionale.

Un gruppo di qualificati giornalisti di riviste di settore sarà ospite per due giorni nell’ambito della campagna “Pesca in Campania” lanciata dall’amministrazione comunale di Cetara

Un viaggio a Cetara. Tra cibo, cultura, tradizione e innovazione. A stretto contatto con la realtà di un borgo a vocazione marinara, simbolo del mare e della pesca sostenibile che da anni traccia una linea di continuità col passato e di forte discontinuità col presente. Lo fa puntando sull’innovazione, lo fa guardando al futuro, lo fa mettendo sul campo iniziative, progetti, campagne a ripetizione. Perché la salvaguardia del patrimonio marino e ambientale, la sostenibilità sociale, lo sviluppo economico e l’educazione ecologica sono temi da diffondere, esempi da divulgare, iniziative da condividere.

A Cetara allora, nel cuore di una comunità famosa nel mondo per le alici, per la flotta delle tonnare, per la colatura di alici Dop, per la trasformazione del prodotto, per il turismo legato alla filiera ittica, per le iniziative contro l’inquinamento e il depauperamento marino. A Cetara per conoscere come l’intera comunità, sulla spinta delle iniziative dell’amministrazione comunale guidata dal sindaco Fortunato Della Monica, declina i vari temi della sostenibilità (ambientale, economica, sociale) e quali sono le sue ultime iniziative su aspetti come stagionalità, transizione ecologica, economia, turismo e benessere.

A Cetara per un reportage che faccia poi il giro dell’Italia e del mondo: è questo l’obiettivo del “press tour” organizzato nell’ambito della campagna “Pesca in Campania” studiata e avviata col sostegno dell’Unione Europea, del Ministero dell’Agricoltura, della sovranità alimentare e delle foreste, della regione Campania e che rientra nella misura 5.68 del Feamp Campania 2014/2020 e che ha come oggetto la transizione ecologica, la qualità e la tracciabilità del prodotto, la tutela del patrimonio ambientale. A contatto quindi con Cetara, con il mare, con i pescatori, con i rappresentanti dell’intera filiera ittica, con l’amministrazione comunale: il viaggio sul territorio inizierà mercoledì 6 dicembre e proseguirà il giorno dopo.

Qualificati e autorevoli giornalisti di livello nazionale e internazionale saranno così accompagnati in lungo e approfondito tour, attori e poi divulgatori attraverso i loro reportage di uno spaccato come quello cetarese che con orgoglio rivendica la propria originalità e la propria biodiversità.  

La prima tappa dei giornalisti di settore Rossella Iannone, Riccardo Lagorio di “Sale e Pepe”, Piera Pastore di “Food News Italia”, Dario Bordet di “Itala da gustare”, Franca Dell’Arciprete di “Affaritaliani.it” e Davide Di Vito di “Italia a Tavola” sarà sul porto di Cetara, lì dove sono in fase di ultimazione i lavori del nuovo e moderno “Mercato del pesce” voluto dall’amministrazione comunale grazie al sostegno del Ministero dell’Agricoltura, della sovranità alimentare e delle foreste che nell’ambito della misura 1.43 ha finanziato i lavori di una struttura che sarà all’avanguardia in tema di sostenibilità. I giornalisti visiteranno poi le strutture portuali e infine s’imbarcheranno su di un peschereccio.

Nel corso della “pesca turismo”, i pescatori di Cetara illustreranno loro le attività di pesca che si svolgono nel golfo di Salerno e della Costiera Amalfitana: come si calano le reti, come si tirano le reti, che tipo di pesca viene svolta, qual è la stagionalità, quali sono le emergenze ambientali. Insomma, conosceranno tutti i segreti dell’attività di una flotta cetarese. Al ritorno incontreranno nella sede municipale il sindaco Fortunato Della Monica e l’intero consiglio comunale, poi in serata saranno gli ospiti di una cena tradizionale cetarese al ristorante “La Cianciola”.

Il 7 dicembre parteciperanno al convegno-manifestazione (ore 10.30) che si terrà all’hotel Cetus nel corso del quale, con la partecipazione del sindaco di Cetara, del dirigente scolastico dell’Istituto comprensivo di Vietri  sul Mare Milena Satriano, dei giovani alunni protagonisti di questo percorso, di ricercatori della fondazione Ebris e dell’area marina protetta di Punta Campanella, di rappresentanti regionali e della Capitaneria di Porto, si tireranno le somme delle prime iniziative messe in campo dalla campagna di sensibilizzazione volta alla transizione ecologica. Seguirà poi uno show-cookinga cura degli chef Tommaso Morone dell’hotel Cetuse di Enrico Ruggero chef presso “Villa la Rondinaia” di Ravello.

I giornalisti proseguiranno poi il loro viaggio dentro il cuore di Cetara con un percorso degustativo di prodotti tipici declinati sulla pizza gourmet alla pizzeria “Il Piennolo” di Cetara mentre nel pomeriggio assisteranno a un laboratorio formativo presso l’azienda “Nettuno” nel corso del quale conosceranno tutti i procedimenti con i quali si arriva alla colatura d’alici Dop e alla trasformazione del prodotto ittico. In serata seguiranno un laboratorio esperienziale al ristorante “Acquapazza Cetara” sul trattamento delle alici sotto sale, sotto olio e sotto vuoto che si chiuderà con un appuntamento degustativo dell’alice di Cetara a cura dello chef Gennaro Marciante.


Le migliori offerte per soggiornare a Salerno

Booking.com
Salernocitta è una testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Daniele Gaudieri.
Registrazione del Tribunale di Salerno n° 9041/2018 del 23 novembre 2018.
Editing by Consulenze e Servizi Globali di Daniele Gaudieri - P.iva 05087970652

Cookie & Privacy policy

© 2018-2023 salernocitta.com

powered by AlchimiaDigitale